ANTONIO ALESSANDRIA

GATTOPARDO

€198

Fra i legni il patchouli è certo il più esuberante, e questo carattere ruggente si odia o si ama, proprio come con i grandi uomini. Gattopardo è da perderci la testa.

Siamo sempre in Sicilia, il ritmo è quello del celebre valzer brillante di Verdi che Nino Rota volle per la pellicola di Luchino Visconti. L’incedere e il ruggito sono quelli del Principe di Salina che regge al suo braccio la bella Angelica, luminosa come le zagare fra i suoi capelli.

Vedendo volteggiare Claudia Cardinale e Burt Lancaster chi non si è innamorato perdutamente di Palermo? Chi non ha sognato per un attimo di tornare al 1860, fra gli ospiti al gran ballo, nei fastosi saloni di Palazzo Valguarnera-Gangi?

Appena vaporizzato, Gattopardo ci da subito il benvenuto con un bicchierino di rum all’ombra dei fragranti giardini di Donnafugata, nell’agrumeto o sotto al fico che confonde la sua linfa mediterranea con l’aroma decadente e raffinato dei gerani. L’inebriante freschezza argentea ci invita a salire le scalinate sino all’androne della villa nobiliare, preannunciando l’eleganza impassibile del Principe di Salina, patriarca tanto ruvido quanto affascinante come il patchouli che ora si fa protagonista assoluto.

Famiglia olfattiva: legnosa

Piramide olfattiva:

Note di testa: bergamotto, nettare di fico, whisky.

Note di cuore: geranio, iris.

Note di fondo: benzoino, nocciola, mandorla, cacao, cera d’api, ambra, patchouli, cedro, muschio.

 

You may also like

Recently viewed